Aree attrezzate per la valorizzazione della coltura dell'uva Pizzutello a Tivoli 
 
anno:2007
 
L’'uva tipica tiburtina, il Pizzutello, è sempre stato un prodotto locale rinomato per le caratteristiche che gli acini acquistano a contatto con il clima e l’esposizione solare locale.
A partire dal 1933 la città di Tivoli istituisce la c.d. “Sagra del Pizzutello” che diviene sempre più importante col passare degli anni: vengono effettuate sfilate di carri allegorici per le vie della città con l’offerta gratuita di Pizzutello ai cittadini accorsi ad assistere.
La sagra  è attualmente  l’evento centrale dei festeggiamenti per il “Settembre Tiburtino” e, dopo un periodo in cui non hanno sfilato i carri questi ultimi anni si è rinnovata la sfilata, è sempre piacevole ammirare le uve esposte nel corso della manifestazione.
 

 
L’' idea progettuale parte da una visione di ampio respiro. Per vendere un prodotto non basta far leva soltanto sulle qualità organolettiche, sulla tecnica di produzione, sulle sue caratteristiche intrinseche. Oggi un prodotto si vende anche, in parte, per la sua capacità evocativa, per l’immagine che è in grado di far nascere nella mente di chi lo avvicina. Insieme ad un grappolo di “Pizzutello” di Tivoli il cliente deve comprare il sogno di un posto dove desidera andare, che lo attrae per le sue bellezze paesaggistiche, per la ricchezza della sua storia, per l’attrattiva di altri prodotti enogastronomici che al “Pizzutello” possono accompagnarsi. Il fine è di armonizzare le risorse esistenti in campo turistico e stimolarne altre in modo da creare un’offerta turistica ampia, organica e organizzata che coinvolga tutto il territorio nelle sue numerose potenzialità, in un’ottica enogastronomica, storico-architettonica e ambientale.
L'ipotesi di valorizzazione persegue due aspetti. Il primo riguarda l’indicazione dei luoghi di produzione e acquisto attraverso la segnaletica e l’arredo all'interno delle aree di sosta, al fine di incentivare la vendita sul posto di produzione o all'interno della città di Tivoli. La seconda ha come obiettivo la riqualificazione e la valorizzazione paesaggistica dell’immagine dell’area attraverso dei punti panoramici posti lungo la viabilità gestita dalla provincia o all'interno della città.
 
Gli interventi possono essere così sintetizzati:
- riqualificazione e la pavimentazione di alcune aree e slarghi lungo alcune vie di accesso alla città; 
- lo studio dell’arredo con la doppia finalità di sosta e di intrattenimento tramite dei pannelli informativi;
- lo studio dei punti panoramici con elementi ad essi dedicati;
- la localizzazione delle aree seguendo i criteri di vicinanza, percettibilità e accessibilità delle aree coltivate a Pizzutello.
 
Gli elementi di arredo sono principalmente di tre tipi:
- il pannello-seduta: un unico elemento realizzato dalla piegatura di una lamiera in acciaio zincata a caldo trattata mediante applicazione elettrostatica di polveri poliesteri termoindurenti nel color rame brunito su cui vengono posizionate le informazioni riguardanti la coltura dell’uva Pizzutello ed al contempo può essere utilizzato come seduta e come pedana per visionare il pannello-panoramico;
- il pannello-panoramico: anch'esso ottenuto dalla piegatura di una lamiera in acciaio rivestita trattata. 
 
 
                info@pstudioarch.com                                         mi piace
  Site Map